Il gesto

tumblr_noimgiBRxM1uvmfdro1_500

American Hitachi by Grant Wood.

Il gesto
Solitamente quelle labbra arrivavano prima del respiro dopo però qualsiasi pensiero Era lì che aveva luogo l’incontro nell’univoco voler essere presenza sottile macinata presenza.

E della sua saliva, ricordare la via che lasciava, tra le pieghe e i pori, segnare il solco per invitare le dita, scambiarsi promessa del miglior tocco, darsi il cambio, unirsi nei punti.

Stretti passaggi finemente delineati, magia dei contorni che ne risaltano essenze e profumi. Quelli intrisi nella stoffa del piacere.

Sulla pelle liscia i polpastrelli sono aghi e il desiderio è un’impuntura perfetta, cuce tra le scapole e imbastisce i fori, segue gli orli di carne fino alle fessure.

Sott’occhio quel marmo pare caldo, sebbene duro e statico, ma offre, soffre e ricopre sbizzarrendosi in quelle vie d’orgasmo che si celano in sussulti e spasimi. Orsù tieni la piega e volta il desiderio per i giorni meno proficui. Pare esserci carestia di orgasmi.

Eros-e-Thanatos-Conditio-sine-qua-non
Sereno notturno

GIUGNO 2015

Informazioni su serenonotturno

Franco Pancaldi nasce e dimora nella provincia modenese dal 1962. Ricca di storia e nota per il saper vivere, ne assorbe i modi e cresce trasmettendo a coloro, che sono a lui vicino, il gusto di cogliere nella semplicità la bellezza insita in essa. Cultore della conoscenza del giusto, riesce attraverso un senso d'innata e spiccata attitudine, a svolgere mansioni manuali con estrema facilità. Lui stesso si definisce “un’anima libera” e continua a esserlo nelle sue diverse espressioni quotidiane di vita, allontanando e fuggendo quell’ombra che solo l’abitudine può dare. Sempre pronto a intraprendere nuove sfide si realizza attraverso un crescente bisogno di crescita personale. Il suo leitmotiv: “Conosco i miei limiti ma non me li pongo”.

Precedente Verso Successivo La sedia a dondolo