Era un piacere condividere un momento

 

tumblr_mxic8dzp1m1t5gul5o1_540Perché non siamo riusciti a tenerci stretti gli insegnamenti dei nostri vecchi, le fabbriche tirate su col sudore ma con la gioia di lavorare in corpo. Sparite buona parte delle nostre eccellenze, venduti così al migliore offerente.

Si dice per bisogno di liquidità, io direi per enorme stupidità e per la mancanza d’impegno. La generazione anziana è arrivata fino a qui, poi per limite d’età ha smesso e passato in mano a figli abituati alla bella vita e al poco sudore, hanno trovato come unica soluzione l’abbandono. Una differenza penso ci sia, oppure anche solo una domanda, riusciranno quei figli a resistere a quella smania di non fare un emerito cazzo, riusciranno a continuare a farsi riprendere alle feste a base di coca e spese da nababbi, forse no e allora sarà tardi per tutti, perché avremo perso quell’unica speranza, la gioia di fare.

Franco

Luglio 2015

Informazioni su serenonotturno

Franco Pancaldi nasce e dimora nella provincia modenese dal 1962. Ricca di storia e nota per il saper vivere, ne assorbe i modi e cresce trasmettendo a coloro, che sono a lui vicino, il gusto di cogliere nella semplicità la bellezza insita in essa. Cultore della conoscenza del giusto, riesce attraverso un senso d'innata e spiccata attitudine, a svolgere mansioni manuali con estrema facilità. Lui stesso si definisce “un’anima libera” e continua a esserlo nelle sue diverse espressioni quotidiane di vita, allontanando e fuggendo quell’ombra che solo l’abitudine può dare. Sempre pronto a intraprendere nuove sfide si realizza attraverso un crescente bisogno di crescita personale. Il suo leitmotiv: “Conosco i miei limiti ma non me li pongo”.

Precedente La preda racconto di Franco Pancaldi Successivo La preda