Al di là

Al di là
Siamo tutti in attesa di qualcosa, arriva o no abbiamo necessità di pensarlo e di sperare. Il bene rifugio era una finestra presa in prestito dalla nostra fantasia. Li passavano tutte le situazioni, i passati e le voglie di cambiamento.
Ogni finestra aveva la sua storia e spesso la si guardava per vederci al di là delle situazioni. Dietro c’era di tutto, dalle ombre ai paesaggi, dai corpi succinti alle nudità. Gli uomini si mescolavano ad altri uomini e le donne ai pari sessi ed era pura follia, quell’orgia di orgasmi che generava piaceri forti. La carne affondava nella carne, tramortiti da gemiti senza fine. Vidi nella penombra due lingue che leccavano i vetri e i corpi.
Perché quello era il piacere, quello era il volere.
Sereno Notturno

Novembre 2017

Informazioni su serenonotturno

Franco Pancaldi nasce e dimora nella provincia modenese dal 1962. Ricca di storia e nota per il saper vivere, ne assorbe i modi e cresce trasmettendo a coloro, che sono a lui vicino, il gusto di cogliere nella semplicità la bellezza insita in essa. Cultore della conoscenza del giusto, riesce attraverso un senso d'innata e spiccata attitudine, a svolgere mansioni manuali con estrema facilità. Lui stesso si definisce “un’anima libera” e continua a esserlo nelle sue diverse espressioni quotidiane di vita, allontanando e fuggendo quell’ombra che solo l’abitudine può dare. Sempre pronto a intraprendere nuove sfide si realizza attraverso un crescente bisogno di crescita personale. Il suo leitmotiv: “Conosco i miei limiti ma non me li pongo”.

Precedente Nella penombra Successivo Solchi