Nebbia

Nebbia
Quel giorno lo ricordo come fosse ieri, in macchina eravamo in quattro tutti smaniosi di provare, il più grande guidava ma non l’aveva mai provata, di fianco a lui uno di un anno più piccolo estrasse dalla tasca la cartina e cominciò a farla su con delicata sicurezza. L’accese e cominciò a farla girare, dentro quella macchina pareva d’essere a Milano in una serata di nebbia, ma presto l’euforia prese il sopravvento e per noi tutto apparve idilliaco. Cosa ho provato? Forse un senso di libertà o solo condivisione di un momento. Quel giorno fu l’ultima volta che la provai, altri andarono ben oltre e per loro si aprirono le porte dell’oblio. Loro dicevano che scopare mentre si fumava era il massimo dello sballo e forse era vero, ma il passo a cose peggiori era altrettanto vero e vicino. In più quella malattia che decimò la compagnia, quello
non lo scorderò mai. Eppure sono stati i migliori anni, vissuti col rischio, ma con altrettanta astuzia.
Quello mi ha insegnato a vivere e a difendermi.
Ragazzi occhio perché quella era roba da ridere.
Sereno Notturno

Febbraio 2018

Informazioni su serenonotturno

Franco Pancaldi nasce e dimora nella provincia modenese dal 1962. Ricca di storia e nota per il saper vivere, ne assorbe i modi e cresce trasmettendo a coloro, che sono a lui vicino, il gusto di cogliere nella semplicità la bellezza insita in essa. Cultore della conoscenza del giusto, riesce attraverso un senso d'innata e spiccata attitudine, a svolgere mansioni manuali con estrema facilità. Lui stesso si definisce “un’anima libera” e continua a esserlo nelle sue diverse espressioni quotidiane di vita, allontanando e fuggendo quell’ombra che solo l’abitudine può dare. Sempre pronto a intraprendere nuove sfide si realizza attraverso un crescente bisogno di crescita personale. Il suo leitmotiv: “Conosco i miei limiti ma non me li pongo”.

Precedente Camminando in silenzio Successivo Sottovoce