“Chi sono”

Senza nome (2)

“Chi sono?”.
Il punto è proprio questo.
Una minuscola domanda che racchiude una marea di considerazioni, pensieri, stati d’animo, approcci con la vita e di come la si vede.
Il più delle volte questa domanda mette in dubbio anche come l’hai vissuta fino a ora questa vita: bene, male, così così, noncurante di dove ti avrebbe portato. Sei giunto dove volevi, devi ancora arrivarci avresti sperato ti portasse da un’altra parte.
Questo forse non ha importanza.
Resta capire chi si è veramente.
Non è il dubbio che ci assale quando si cerca di capirsi
è la vera domanda.
Allora ci si risponde “Io sono me stesso”.
Cazzo… facile come risposta, ma ne sei sicuro?
Essere se stessi implica conoscenza.
Molti dicono di capire gli altri
balle
se non capisci te stesso, non sei in grado di capire nessuno.
Manca molte volte una maggior autostima, senza quella non vali un cazzo. Franco

Sereno Notturno

Gennaio 2015

Informazioni su serenonotturno

Franco Pancaldi nasce e dimora nella provincia modenese dal 1962. Ricca di storia e nota per il saper vivere, ne assorbe i modi e cresce trasmettendo a coloro, che sono a lui vicino, il gusto di cogliere nella semplicità la bellezza insita in essa. Cultore della conoscenza del giusto, riesce attraverso un senso d'innata e spiccata attitudine, a svolgere mansioni manuali con estrema facilità. Lui stesso si definisce “un’anima libera” e continua a esserlo nelle sue diverse espressioni quotidiane di vita, allontanando e fuggendo quell’ombra che solo l’abitudine può dare. Sempre pronto a intraprendere nuove sfide si realizza attraverso un crescente bisogno di crescita personale. Il suo leitmotiv: “Conosco i miei limiti ma non me li pongo”.

Precedente Appartenenza Successivo Vetro