Legami

 

Legami
Fu allora che provò i brividi di quell’immobilita parziale che la portò ben presto a sentire ciò che la mente trasmetteva al corpo.
Sentiva correre dentro quel desiderio di sazietà che prima non conosceva e la rendeva fluida sino alle caviglie.
Sereno Notturno

Minimi istanti

Minimi istanti
Quella pelle era liscia, ostentava odor di sesso e quell’inguine glabro profumava di buono.
Li intorno c’era silenzio, rotto solo dal passare di un aereo nel cielo terso e soleggiato.
La lingua in verità si muoveva da tanto e si insinuava tra le labbra arse dal piacere che da li sarebbe sgorgato inebriando e dando senso al gusto puro.
Solo le mani si muovevano a stento come a volersi liberare dalle corde… nulla era lasciato al caso ma alla trasgressione.
Sereno Notturno

L’istante

L’istante
A margine di questo bellissimo passo citato qui sotto, tutto risulta vero e a puntino nei minimi particolari.
Non c’è mai un momento giusto, solo l’attimo in cui accade. Non esiste con chi o come ma dentro ogni persona c’è l’istante, che non esisterà mai più per i prossimi cent’anni.
C’è da essere felici se quegli istanti li abbiamo vissuti, significa quanto non sia stato vano il nostro percorso.
Sereno Notturno

~~~~~~~~

Alcune cose sono belle

per quel che sono.

In quel preciso momento.

Che durino minuti, ore, giorni o mesi, non importa.

Non sono belle per quello che potrebbero diventare.

Per il luogo da cui arrivano.

Sono belle lì, in quel momento perché sono così.

Sospese.

Appena sfiorate

Jorge Luis Borges

Rudolf Bonvie, Dialog

Sms

Sms
Quell’uomo ne aveva conosciute di cose, tante, ma tutte messe li appositamente a insegnare qualcosa alla vita. Non si debbono disprezzare i momenti bui, perché servono a far trovare nuove strade. Non ci deve accontentare di fronte al sorriso, perché è frutto di tante fatiche. Si deve prendere atto di realtà diverse che servono a farci fortificare e nel dubbio a farci riflettere che questa, se presa con dosaggio massimo e senza ricetta è la nostra vita.

“Volevo augurarti Buon anno e non capisco perché mentre gli altri sorridono io continuo il mio pianto interrotto”

Questo messaggio me lo sono trovato in un sms oggi, era di un mio amico.

La regola è che seppur a forza la solitudine la si deve esprimere e lui l’ha fatto con chi sapeva potesse rispondergli.

Tempeste

 

Le tempeste sono tutto ciò che non è controllabile da molte persone e dalle proprie anime.

Sono quelle che rendono viva quell’anima e pronta a capire e resistere.

Non si controllano le tempeste, si possono vivere o cavalcare, ma ci vogliono persone forti e anime pronte.

Le tempeste sono la vita, ecco perché alcuni nuotano sino a riva, altri galleggiano, molti affondano.

Sereno Notturno

 

 

2018

2018
Sono contrario a quello che risulta fuorviante per la logica, in questo tempo dettato da troppa apparenza.
Perché il mondo alla fine non è fatto di sola moda e consumismo ma da piccoli sprazzi di conoscenza e allenamento all’essere se stessi e non all’apparire.
Dispiace vedere e capire che troppa gente critica altri anche per il solo fatto di stare davanti al PC troppo spesso, quasi che poi non fossero in grado di prendere decisioni autonome e di diventare robot del progresso.
Peccato poi che le stesse che criticano sono le prime che si fanno offuscare gli occhi dalle mode e dal consumismo, che poi al momento opportuno lo disdegnano.
Allora il mio augurio per il nuovo anno è quello di essere sempre se stessi, e mi raccomando non seguite mode sbagliate solo perché siene carenti di un proprio modo di pensare e vivere.
Auguri
Sereno Notturno

Toy boy

Toy boy
Doveva essere una questione discreta, eppure quel giorno proprio nel bel mezzo delle feste lo assunsero per un lavoro speciale. Certo, al riparo da occhi indiscreti… ma non da quelli che affollavano quel giorno il sexy shop.
Doveva essere un semplice manichino, non di quelli che si trovavano abitualmente nelle boutique, ma un manichino steso sul letto alla mercé dei clienti. Con l’obbligo che le/o i diretti interessati potevano confidare in lui tutti i propri istinti e perversioni. C’era una stanza apposita e non aveva altro compito se non quello di subire passivamente desideri e piaceri, era un lavoro nuovo e ben retribuito, forse non dal titolare ma dai clienti entusiasti e lui confidava in un assunzione.
Sereno Notturno

Spezie

Auguri dal nostro staff

Spezie
C’è qualcosa di buono oggi nell’aria, al gusto di zenzero e cannella. Qualcosa di leggero che si respira piano piano senza far rumore. Molti si sforzeranno a essere migliori, altri il profumo della cannella l’hanno dentro. Lui passa e la sfiora e lei si volta nella speranza d’essere invitata a quella cena dai buoni intenti. Almeno per un giorno perché si mormora che domani si saranno già scordati della sera. Cosa importa quel letto l’hanno disfatto e ne hanno goduto tutta la notte, mentre con aria e intenti provocatori tra una scopata e l’altra scarteranno i regali, spostando la carta colorata, i loro corpi torneranno turgidi di piacere e quel profumo di sesso avrà lo stesso profumo della cannella.
Sereno Notturno

Passi ai bordi

Passi ai bordi
Quanti esseri umani senza identità esistono e quanti vorrebbero qualcosa di diverso o solo vivere i momenti.
Perché a tanti vengono negati questi attimi, quelli della felicità e del sapore di casa.
Traditi dalla società, dal tempo e dalla cattiveria non riescono a reagire o non possono proprio farlo. Allora si ritrovano ai bordi di un società malata che cresce col disprezzo. Fermatevi e aiutateli almeno col sorriso, perché loro fanno parte di noi e passano nell’indifferenza, magari erano loro, a loro volta che guardavano con aria di sufficenza chi gli tendeva la mano.
Chi ha lo sguardo triste merita un sorriso, perché proprio per le feste sentono cadere desideri e volontà e noi ne siamo parte di questa disfatta se non reagiamo.
Un in bocca al lupo a loro e che il tempo e le feste porti a loro una speranza. A voi un saluto, come segno d’affetto per ciò che siete e per ciò che date qui sebbene virtualmente.

Sereno Notturno

Carne e volontà

Le persone migliori sono quelle meno scontate ma le più sfrontate.
Quelle meno forti, ma che all’occorrenza sprigionano tutto il loro carattere.
Quelle che lasciano da parte ogni abitudine e fanno ciò che fa stare bene loro e gli altri.
Quelle che regalano un orgasmo con uno sguardo e che fanno della loro vita un’orgia di sensi.
Quelle che credono in un sorriso senza imporlo.
Per loro non esistono regole ma rispetto, dominano carne e sensi, menti e volontà.
Sereno Notturno

Guardone

Guardone…
Era sempre stato incuriosito alla vita ai momenti e alle espressioni delle persone colte nella loro intimità, quindi dalla strada che percorreva a piedi o in treno guardava dentro le case, nelle finestre in cui immaginava di vivere e altre in cui si sarebbe detto “No li mai”
Immaginava le frasi le effusioni e i litigi.
Chissà da cosa derivava tutta questa curiosità, forse solo dal fatto che ognuno ha qualcosa da dire e da insegnare, ognuno ha una storia folle che non può non farla sapere e quando non vuole essere guardato chiude le tende a drappo o gli scuri di legno.
Troverà sempre qualcuno che vuole capire sapere o imparare, forse, dietro qualcuno che vuole salvarsi dalla noia e dalle offese.
Sereno Notturno

Segni

Segni
Solchi sulla pelle, quelli che servono a scoprire l’identità di quell’uomo che scruta e cerca scavando dentro la propria anima.
Alla fine cosa può cercare, forse una sua identità o il suo possente modo d’essere, probabilmente il piacere di continuare a essere se stesso.
Sereno Notturno

Siamo anima lieve

Siamo anima lieve
Occorre capire ogni momento e qualsiasi respiro, perché nel mescolar di voci urla e affanni perdi il tuo sospiro.
Quello forse lo puoi percepire solo tu, ma lo puoi insegnare a chiunque sia attento, vive e respira il tuo stesso momento.
Stringi i pugni in segno di rabbia, quella invece rimane solo tua, perché nemmeno tu ne conosci l’esistenza.
Sereno Notturno

Aiuto

 

Aiuto
I percorsi sono fatti per chi desidera conoscere e per chi quelle conoscenze le ha perse da anni e desidera mettersi alla prova o non ha altra scelta..
Ti capita di incontrare chi garbatamente ti chiede un aiuto per un biglietto di un treno. “Sono trent’anni che non lo prendo, dai tempi del militare e le cose sono cambiate qui”
Allora offrì il tuo aiuto e all’uomo gli si illuminano gli occhi.
Forse dove è stato fino a ora non gli ha permesso di capire e vedere questo mondo.
Lo vedo allontanarsi poi con la sua sporta di carta… con tutti i suoi ricordi.
Sereno Notturno

Rapporti

Rapporti
Parliamo spesso di amicizia sentimento e rapporti tra esseri umani.
Chi ha ragione alla fine di tutti questi discorsi.
Chi ama troppo perché dice che l’amore sia la chiave di tutto o chi non crede più all’amore perché pensa sia troppo oppressiva per la vita .
Nessuno ha verità o certezza è allora ci si scontrerà sempre su binari paralleli.
Una modesta opinione ce la si può fare, deve esistere il giusto equilibrio tra oppressione e menefreghismo.
“No non mi apprezzo perché se sbaglio gli approcci con gli altri significa che quello in errore sono io”
Sereno Notturno

Sorriso per la stampa

Sorriso per la stampa.
Forse non ci aspettiamo nulla da nessuno, proprio perché ci siamo affidati troppo in gioventù alle sensazioni, stati d’animo e le persone con anime forti si trovano per la legge del contrappasso a far i conti con una mancanza vera di sensazioni. Non si può essere tacciati da insensibili se non si comprendono stati d’animo altrui, forse si è solo stanchi di doverle sempre comprendere. Ecco allora che le feste sono la riprova che nulla, che a tutti gli
altri porta serenità, lo debba essere per te.
Si sarebbe ipocriti pensare sia una festa a renderti felice per forza.
Troppi anni a rincorrere felicità, regali all’ultimo. minuto e via dicendo. Non si può essere quello che gli altri vorrebbero. Semplicemente cerchiamo di essere quello che siamo… forse dei gran scassa minchia.
Sereno Notturno

Reazioni

Reazioni
Salvaguardare il tempo non significa sacrificare le azioni, ma viverle, affinché le si possano definire piene, ampie e imbibite di sensazioni.
Troppo spesso le lasciamo lì a marcire aspettando tempi migliori, dimenticando che il tempo non aspetta… il piacere nemmeno.
Sereno Notturno

In scioltezza ed eleganza

In scioltezza ed eleganza
Par sempre essere ostili alle cose, al tempo, alle situazioni, ai modi d’essere altrui o propri.
Persino alcune situazioni o ricorrenze lasciano un senso di irrequietezza.
La risposta forse è nel timore che nasce in quelle persone che hanno dato talmente tanto da essere parsimoniosi nell’elargire anche solo un piccolo sorriso. È sbagliato pensare non ve ne sia di gioia, viene solo distillata come si fa con la buona grappa.
Sereno notturno

Scorgi e vibra

Scorgi e vibra
Prevale sempre quel briciolo di incoscienza nelle anime folli.
Si diffonde e rende leggero il cammino della vita. Oh si, da molti viene scambiato per pazzia… bene lasciamoglielo credere in fondo solo i folli seguono i loro simili.
Quei corpi erano così leggeri da parer quasi nudi, ma forse lo erano negli occhi dei sani intenditori e dei profondi conoscitori del godimento.
Sereno Notturno

Solchi

Solchi
Prendersi i momenti comporta e implica essere, noi siamo fatti di attimi e tempi.
Ognuno con i propri alti e bassi, sognatori indiscussi della vita, sulla pelle i propri lividi del tempo e del percorso. Se mancasse questa consapevolezza sarebbe come partire di nuovo, lasciando dietro sé emozioni e desideri.
Sereno Notturno

Al di là

Al di là
Siamo tutti in attesa di qualcosa, arriva o no abbiamo necessità di pensarlo e di sperare. Il bene rifugio era una finestra presa in prestito dalla nostra fantasia. Li passavano tutte le situazioni, i passati e le voglie di cambiamento.
Ogni finestra aveva la sua storia e spesso la si guardava per vederci al di là delle situazioni. Dietro c’era di tutto, dalle ombre ai paesaggi, dai corpi succinti alle nudità. Gli uomini si mescolavano ad altri uomini e le donne ai pari sessi ed era pura follia, quell’orgia di orgasmi che generava piaceri forti. La carne affondava nella carne, tramortiti da gemiti senza fine. Vidi nella penombra due lingue che leccavano i vetri e i corpi.
Perché quello era il piacere, quello era il volere.
Sereno Notturno