Il destino corre


Sì deve avere tempo per il tempo stesso, pensando che non occupandosene butteremmo via una risorsa che non ci verrà mai data indietro.
Molte cose non le facciamo per “mancanza di tempo” diciamo noi, invece, il più delle volte quel che ci spaventa è  la paura di qualcosa di nuovo.

Ci sono viaggi che somigliano a quelli dei nostri nonni, quando partivano con le valigie di cartone.
Quelli erano i famosi viaggi della speranza.
Quello è il tempo giusto, perché dedicato a chi si vuole bene e spera di poter cambiare un destino.
Sereno Notturno

Nottetempo


Cosa si cela dietro quella porta socchiusa. Lì c’è gioia, sorriso e unione.
Ma pure malinconia e senso d’inquietudine.
Davanti quella porta la speranza, entra senza far rumore e noi abbiamo il dovere di farla entrare, essere felici d’incontrarla.
Per stasera pure la luce rimane accesa perché non svanisca la speranza tra quelle mura.
Sereno Notturno

Informazione sull’esistenza

Urla mute, ma dal forte significato emotivo.
Sfoghi che salvano l’anima, sempre più provata.
Quelli che fanno pensare come si butti via un’esistenza, solo per un debito col proprio spirito.
Al pensiero che molta gente si aggrappa con le unghie al destino, pur di tener salda la propria vita, ti fa capire in verità, quanta tristezza sia sovrana nel genere umano.
Sereno Notturno

Mettendo la vita in fila


“Per resistere a ciò che ti fa paura, devi oltrepassare l’ostacolo, così come fa il filo sull’ago. Allora incontrerai persone che non hai incontrato prima, perché quello era il momento. Perché le belle persone le incontri per poco tempo ma ti danno tanto. Ti lasciano il pensiero, l’umiltà e il loro respiro seppur malato. A volte ti chiedi come non averle incontrate prima… beh oltrepassato l’ago, là ci sono le risposte.”
Sereno Notturno