Crea sito

2017

9671a550-ea06-41cb-a3a0-54c33b079f90

2017 Coppia d’amplesso
Quest’anno vorrei ricordarvi la stessa cosa dello scorso anno.
Perché poi alla fine nulla deve essere lasciato al caso.
Nulla deve essere risparmiato, tutto il lecito normalmente viene contemplato e quella grossa parte di illecito molte volte nascosto, quasi sopito dal lento passare del tempo e il frenetico amplesso consumato nel letto.
Dovete farne buon uso di quell’illecita trasgressione, perché ha sapore nuovo, crea armonia in chi la vive dipendenza e gusto bizzarro in chi ne viene coinvolto.
In fondo noi siamo animali da palcoscenico e allora non neghiamoci “Nessun atto” non aspettiamoci plausi perché facciamo ciò che è nella nostra natura.
Alla fine non scordatevi le bollicine dello spumante per rinfrescare gli eccessi, versate innaffiate e leccatene ogni umore godendone degli orgasmi.
Rimanetene entusiasti
Frizzanti auguri
Franco

Sereno

a0e843da-2601-4dd1-85cb-6b93f203fd22

Con l’età si forgia il carattere e si mette a durissimo contrasto l’anima. Anni di consapevolezze, sapendo che gran parte del lavoro atto a ricostruirla non è stato vano. Da li sarà difficile riuscire a scalfire anche in minima parte un’essenza.
Sereno

Eccesso riflessivo

8759b30d-735a-446e-b00c-4798f6e57744Foto da Tumblr

 

Eccesso riflessivo
Fino a che punto sei disposto a volare.
Dove puoi spingere i tuoi voleri che paiono raggrinziti come una spugna al sole.
Ecco quella spugna è la risposta giusta.
Lei non chiede di essere irrorata, rivive ogni volta le sia data la possibilità di bagnarsi anche solo con la rugiada del mattino.
La forza la si può trovare in tutti i gesti e sguardi delle persone che incontri. L’altro giorno mi è stato risposto in pagina di non vivere sempre all’eccesso o non cercare solo quello. La mia intenzione è far capire che senza eccesso, mancherebbe qualcosa di tutti i giorni, proprio per quella sorta di appiattimento a cui va incontro chi si accontenta e pone la propria guancia all’abitudine.
Franco

Sereno

tumblr_nstujoperx1u0phyro1_500

Siamo sospesi tra sentire e vedere.
Siamo appesi tra volere e potere
Siamo intrappolati tra sentire vedere volere e potere.
In mezzo la consistenza di chi non si scoraggia e aspetta un sorriso che spacchi il mondo .
Franco

La conta

f6588ac9-f41b-454c-b9d8-0554802cb85e

La conta
Si era piccoli, innocenti e complici, in poche parole si era bambini giù in quel cortile fatto di ghiaia asfalto e garage che ben delimitavano le porte da calcio.
C’erano le case in costruzione e cumuli di terra su cui si giocava e si costruivano piccole gallerie o semplici oggetti con la terra argillosa.
Non lontano c’era il condominio delle poste dove nei sotterranei c’era il parcheggio dei residenti.
Quello lì sotto era teatro per qualsiasi cosa venisse in mente di giocare. C’era il mostro dei sotterranei, a cui tutti credevano, quel simpatico vecchietto che appoggiava l’auto in parcheggio e a fatica percorreva al buio quei sotterranei per andare in casa. Lui stava al gioco e ogni volta ci faceva prendere paura nascondendosi dietro la colonna.
Noi a gridare anche se lo sapevamo.
Capitava di nascondersi con la ragazzina per scambiare baci innocenti che ora i piccoli nemmeno sanno il valore di quel gesto.
Si giocava a nascondino tra il buio dei garage e l’impalcatura della casa in costruzione.
Ci si perdeva tutto il santo pomeriggio a rincorrerci dietro e cercare chi si era nascosto; Uno, due, dieci, cento, di solito così era la conta e via a cercare in tutte le direzioni finché lo trovavi, lo prendevi toccandolo e ad alta voce dicevi: “Ora che ti ho trovato non mi scappi”
Ora le parole sono diverse, i tempi cambiati ma il significato lo stesso, c’è sempre qualcuno che cerca qualcun’altro, magari “solo per giocare” Allora io alzo le mani e dico “mortis” che ai miei tempi significava essere immuni da tutto. Quello era l’unico modo per salvarsi.
Franco

Quasi giorno

c273e2a5-0e38-4c3a-b860-385b3a06ace0

Quasi giorno
Buttare giù appunti e metterli tra le righe, trovare della carta appallottolata in un angolo del cestino e fare finta non esista.
Forse quella è vera anima, vero sentire.
Fare a meno di capire come si è, continuando a esserlo senza sorta.
Non continuando a sentire rimbombare tra le pieghe della tua consistenza come devi essere per gli altri.
Si è quello alla fine, risultato della tua fottutissima vita a cercare di capire se stessi.
Non si è mai falliti nel cercare di farlo, forse si raggiunge la consapevolezza di una realtà.
Franco

Mente a spasso

922b0ee4192d56aabfb30ecd64b314d0

Mente a spassso
Si deve esagerare sempre, così facendo si riesce ad avere la percezione della vita in ogni sua sfaccettatura.
Chi si accontenta, in realtà perde gli istanti per capirla.
Tutto questo, nel piccolo, oltre il limite però che gli altri vorrebbero imporre.
Franco

Affluire nella libertà di cognizione

26f227d1-53d5-4121-afd8-5b76e4e0a790

Affluire nella libertà di cognizione

Sai bene in cuor tuo che nella vita si lotta per tutto: si lotta con la mente, col cuore e con l’anima.
Non esiste un’anima senza cuore e senza mente, sarebbe un sovrumano essere ancora da compiere.
Allora corri e rincorri, datti da fare e scalpita, ma non perdere di vista la tua anima, ti servirà negli attimi dello sconforto e in quelli della felicità.
Perché ogni cosa ha un prezzo, mai però quanto la salute.
Volersi bene ha un prezzo altissimo, ma non si può comprare.
Sfiora, godi e fai godere questo privilegio, perché noto che sempre più le persone non seguono gli insegnamenti.
Franco