Scoprirsi

Scoprirsi
Non si deve avere tanto tempo per pensare, in confronto al tempo per agire. Chi pensa troppo finisce per non godersi la vita.
Quindi urge godersela in tutti i modi…
Mentale fisica e sessuale, mente libera, corpo tonico e serenamente appagati.
Sereno notturno

Siete noia

Siete noia
Ho cercato una foto appropriata che raccontasse ciò che voglio dire, perché si deve entrare in simbiosi con ciò che si pensa e si trasmette. Siamo senza tempo, perché quello viene assorbito dagli impegni, dagli oneri e pochi onori. I ragazzi si annoiano perché quel tempo gli è stato bruciato dall’arroganza, dal finto benessere che spinge molti genitori, anche senza aver tutte queste possibilità a comprare ogni cosa, col risultato che loro chiedono e subito viene concesso. Caspita noi soffrivamo per aver qualcosa e loro si annoiano arrivando agli eccessi di comportamento come giocare sulle rotaie di un treno. Ragazzi che non vivono, ma sfidano tutti senza capire che gli sguardi se interpretati portano a capire certe cose. Allora usate l’immaginazione che vivere per lo sguardo di un genitore valga molto di più che sfidare l’eccesso. Sorridere con a fianco una persona felice sia più costruttivo che compagnie annoiate. Un mondo senza tempo perché quelle stesse lancette sono rimaste ferme all’ottica che distruggere sia meglio che costruire. Mi dispiace che voi perdiate i sapori o i sospiri e che l’amarezza la sfoghiate in rabbia.
Certo che sono critiche, ai miei tempi si chiamavano “critiche costruttive”
Sereno Notturno

Essere

Piace pensare di aver fatto qualcosa che in qualche modo abbia lasciato un segno, non per se stessi ma per gli altri.
Forse tutto questo fa sembrare altezzoso un individuo, eppure anche una piccola cosa che sia un sorriso o un’incazzatura dimostra il carattere di una persona.
Questi momenti e questa società sono avari di persone folli, che farebbero cose che per altri sono infattibili.
Si cercano amori della vita, quando sappiamo bene siamo vere utopie. Allora cinque minuti che siano solo cinque ma intensi, un gesto, una parola. Perché le vite cambiano, ma a volte, solo a volte non cambiano le persone.
Così mettendosi il palmo della mano sulla fronte, non per il sudore ma bensì per pensare armeggiava sul suo sesso… così giusto perché le idee arrivano all’improvviso.
Sereno Notturno

Cassetto delle precedenze

Cassetto delle precedenze
Propenso alla frenesia come non ci fosse tempo. Lo conosceva bene, era una costante di tutti gli attimi, silenzi e riflessioni quasi come presagio di non riuscire a portare a termine i propri progetti… in verità mille e mille impegni dentro l’officina della propria memoria e dentro a quel cassetto delle precedenze che martellava la sua folle mente. Quasi fosse una mano leggera che sfiorava la sua pelle e lo accompagnava nelle sensazioni.
Chi gli restava accanto sapeva come fosse difficile ogni respiro, ma quanto questo fosse presente.
Sereno Notturno

Solo istinto

Solo istinto
Lui desiderava avere saggezza, tutto quello che aveva era lì, lungo il percorso della sua vita. La riversava tra un pensiero e un’azione.
Troppo poco per essere vita, forse troppo per averla vissuta tutta.
Franco