Profonda follia

Profonda follia
Non ce ne accorgiamo ma noi siamo capaci di creare e allo stesso tempo distruggere sogni e desideri.
Ecco allora che i gesti cambiano a seconda delle situazioni, quello che pare un normale rapporto sessuale o perversamente una scopata, per tutti è accondiscende come dovrebbe essere, per altri solo un segno di forza e possesso.
Una carezza sul volto, per molti continua in uno schiaffo o un raptus di follia. Qui ha sfogo la violenza e molte volte non di gente malata, unicamente di un genere umano che di umano ha solo forse il gene, ma non le sembianze. Quelli che travisano una loro pseudo intelligenza e la vomitano in violenza.
Allora devi urlare genere umano, farti sentire e far capire loro che rimarranno per sempre poveri nell’anima e non capaci di capire il gusto di una lingua se non per offendere.
Sereno Notturno

Gennaio 2018

Informazioni su serenonotturno

Franco Pancaldi nasce e dimora nella provincia modenese dal 1962. Ricca di storia e nota per il saper vivere, ne assorbe i modi e cresce trasmettendo a coloro, che sono a lui vicino, il gusto di cogliere nella semplicità la bellezza insita in essa. Cultore della conoscenza del giusto, riesce attraverso un senso d’innata e spiccata attitudine, a svolgere mansioni manuali con estrema facilità. Lui stesso si definisce “un’anima libera” e continua a esserlo nelle sue diverse espressioni quotidiane di vita, allontanando e fuggendo quell’ombra che solo l’abitudine può dare. Sempre pronto a intraprendere nuove sfide si realizza attraverso un crescente bisogno di crescita personale. Il suo leitmotiv: “Conosco i miei limiti ma non me li pongo”.

Precedente Occhi sulla pelle Successivo La prima